Dead Space Wiki
Advertisement
Natalia Deshyanov
Natalia
Luogo di Nascita: Terra (settore nord asiatico)
Data di Nascita: -
Data della Morte: 2508
Sesso: Femmina
Capelli: Neri
Occhi: Scuri
Equipaggiamento: RIG
Affiliazione: Concordance Extraction Corporation
Doppiatore: -


Natalia Raisa Deshyanov faceva parte della manutenzione della colonia su Aegis VII.

Biografia[]

Natalia Deshyanov nacque nel settore nord-asiatico della Terra (molto probabilmente in Russia) da una vasta famiglia di ingegneri e operai da generazioni. Trascorse la sua infanzia ad osservare le stelle e spesso fantasticava di vivere su Marte con i suoi cugini.

A differenza della maggior parte dei bambini, il fascino di Natalia per le stelle non svanì mai, e mentre svolgeva il suo apprendistato come ingegnere faceva continuamente domanda per lavori spaziali. Furono le rivolte di Mars Capita che alla fine avrebbero esaudito il suo desiderio, mentre la nascente città-stato aveva un disperato bisogno di bravi ingegneri per riparare e ricostruire le proprie infrastrutture. Natalia si candidò con successo e venne assunta da un appaltatore di ingegneria generale. Quarantotto parenti si presentarono per salutarla mentre saliva sulla navetta per Baikonur. Natalia non si voltò mai indietro.

Più tardi, vedendo che la ricostruzione di Marte stava per concludersi e il suo lavoro si sarebbe presto concluso, Natalia rassegnò le dimissioni. Trovò un nuovo lavoro nei cantieri navali di Marte, lavorando presso una filiale della CEC. Presto ottenne una posizione all'interno della stessa CEC come supervisore.

Natalia visse e lavorò tutta la sua vita attorno a ingegneri e operai ed era completamente a suo agio a lavorare in un ambiente prevalentemente maschile. Dava ed otteneva e poteva bere quanto metà della propria squadra.

Secondo Incidente di Aegis VII[]

Natalia faceva parte di una piccola squadra di sicurezza inviata per proteggere il Marchio dopo la sua scoperta. Il suo incarico di proteggere il Marchio fu il risultato della goffaggine di una sua collega che accidentalmente aprì una porta dell'Hangar Navette 5 nella colonia. All'inizio era scettica nei confronti del manufatto, apprezzandone soltanto la vista. Tuttavia, alla scoperta di un video del Marchio, registrato probabilmente da Natalia, lei e il suo team vengono riassegnati e arrestati. Ossessionata dalla protezione del Marchio, Natalia attaccò ed uccise uno dei membri del personale di sicurezza inviato per arrestarla prima di essere sottomessa. Fu messa sotto osservazione dal dottor Sciarello. Mentre era in isolamento, Natalia sviluppò l'abitudine di scarabocchiare compulsivamente mentre soffriva di forti sbalzi d'umore. Questi sbalzi vengono resi evidenti dalla prima visita di Abraham Neumann a Natalia, notando che la donna era allegra, in quel momento. Tuttavia, alla seconda visita di Neumann, il suo umore era più angosciato e spaventato, con pochi ricordi della visita precedente dell'agente della P-Sec. I suoi sbalzi d'umore presero una svolta violenta quando attaccò il dottor Sciarello durante una delle sue visite. Dopo essere stata picchiata da un ufficiale di sicurezza, Natalia lo supplicò di porre fine alla sua vita, avendo chiaramente capito di non essere più in sè. Al blackout dell'intera colonia e all'improvviso attacco dei Necromorfi, Natalia fu in grado di scappare dalla sua cella e di raggiungere la baia dei rover. Portandosi dietro un rover sul sito di scavo, Natalia alzò gli occhi al cielo e assistette a uno spettacolo (mai mostrato, ma se era il cratere lasciato dopo il Planet Crack, probabilmente era il nido dell'Unica Mente) che la rese così allarmata da farle pronunciare "Dio mio." Dopodichè disse "Sono pronta. Rendimi uno" poco prima di saltare nella fossa e morire.

Advertisement